Vallese & Vino.

Esperienza di una varietà celestiale.

Con 5000 ettari di vigne, il Vallese è la regione svizzera più importante per quanto riguarda la viticoltura. In un paesaggio terrazzato stupefacente, con ripidi pendii baciati dal sole, crescono oltre cinquanta vitigni da cui sono prodotti diversi vini straordinari, nel rispetto di una tradizione che conferisce loro un carattere e un’identità unici. Migliaia di ore di sole fanno del Vallese una destinazione vinicola d’eccellenza, con aromi raffinati che maturano sulle viti.

L’oro liquido del Vallese, ormai, non è più solo una gioia per il naso e per il palato, ma offre anche esperienze attive e variegate – dalle origini della vigna al piacere nel bicchiere. Tre di queste sono proposte nel Basso Vallese: a Sion, Chamoson e Fully.

Con Sion e vino, accompagnati da una guida locale, assaporate la varietà del vino vallesano in luoghi esclusivi scoprendo i 7000 anni di storia del capoluogo del Vallese. A seguire potrete scegliere tra la visita al castello Valeria e un’escursione lungo la bisse di Clavau, con una vista unica sui vigneti e sulla valle del Rodano. Anche Chamoson, la patria del Johannisberg, offre un ricchissimo programma: oltre alla degustazione commentata dei vini, una delle proposte più interessanti è l’escursione lungo il sentiero didattico dedicato al vino, «Dal grappolo alla vetta». Nella regione vinicola di Fully, patria del Petit Arvine, invece, l’offerta punta anche al relax: dopo una giornata attiva, con la visita all’enoteca Fol’terres e un’escursione lungo un altro sentiero didattico enologico, «I vini e le piccole osterie», potrete rilassarvi ai bagni termali di Saillon.

Damian Constantin, direttore Valais / Wallis Promotion

Ulteriori contenuti

Qui segue uno spazio pubblicitario, può includere contenuto esterno non accessibile.

Pubblicità

Qui segue uno spazio pubblicitario, può includere contenuto esterno non accessibile.

Pubblicità